Post più popolari

martedì 19 settembre 2017

143. Quando l'Acqua incontra la Musica




INTRO
   Bentrovati a tutti, eccoci finalmente qui dopo una lunga pausa estiva! Da quando l'avventura Edp si è trasferita in questo blog, nell'Agosto 2012, non era mai capitata un'assenza così prolungata, di ben quattro mesi. Sempre sul pezzo, che fosse Natale o Ferragosto, i nostri articoli sono stati pubblicati con cadenza più o meno regolare. Quest'anno invece no, è successo un evento che da una parte ha portato a uno stop forzato della nostra presenza su questi spazi, dall'altra ha però fatto sì che alcuni duo Edp potessero finalmente esibirsi nella mia regione, il Trentino. Ho avuto infatti il gran piacere (e l'immenso onere) di co-organizzare una rassegna musicale estiva di ben 39 concerti! "Quando l'Acqua incontra la Musica", il titolo, "Concerti in luogo non convenzionale" il sottotitolo della rassegna.
   Il committente di questa iniziativa musicale è stata l'associazione sportiva Rari Nantes Valsugana, che attualmente gestisce 5 piscine della Valle, ma che all'inizio dell'estate 2017 ne aveva solo tre, e in queste il CEO Daniele Armelao ha deciso di allargare le proposte sportive agli eventi culturali. Personaggio dalle larghe vedute, Armelao intende la piscina come luogo di ristoro psicofisico, non soltanto sede di allenamento sportivo o ricreazione estiva, e in questo senso la musica fa sicuramente parte del ristoro dell'anima. La rassegna era stata abbozzata già tre anni fa, a partire dalla sede storica di Levico Terme, allargata poi negli anni alla piscina all'aperto di Roncegno Terme. L'organizzatore apri pista è stato il Direttore Artistico locale Nicola Sartori al quale quest'anno, con ben tre sedi da gestire, sono stata affiancata.
   Le tre sedi in questione son quindi state Levico Terme (piscina al chiuso, aperta tutto l'anno, con i concerti che si svolgevano sotto il porticato dell'area bistrot), e le due piscine estive all'aperto di Roncegno Terme e Ivano Fracena (Strigno). L'iniziativa, sviluppata nell'arco di tre mesi, dal 14 giugno all'8 settembre, ha visto inanellarsi 39 concerti, uno dietro l'altro, nell'arco delle 13 settimane. Ogni mercoledì gli eventi iniziavano a Strigno, per risalire la Valsugana il giorno dopo a Roncegno e per concludersi il venerdì in quel di Levico. Abbiamo voluto presentare una gamma molto vasta di generi musicali, per poter accontentare i gusti di molti ma anche per poter proporre un'ampia rosa di proposte culturali. Abbiamo così diversificato i generi a seconda della sede, proponendo musica d'intrattenimento a Strigno, musica classica e jazz a Roncegno, per via della vocazione storico-culturale della località, lasciando infine spazio alla nostra fantasia a Levico, dove abbiamo proposto concerti per lo più sperimentali e di ricerca, sicuramente non convenzionali. Grazie alla gestione "carta bianca" conferitaci dalla direzione, abbiamo potuto rappresentare in questa sede concerti che spaziavano dall'improvvisazione radicale all'elettronica, dall'etnica al cantautorato ed altro ancora; in ogni sede si è comunque prediletto l'aspetto creativo, innovativo, originale e altamente qualificato delle proposte.
I concerti, nati come intrattenimento di contorno per l'utenza della piscina, grazie all'interessante calendario e a un'adeguata promozione della quale mi sono personalmente occupata, si sono trasformati in un vero evento di culto, attesi da un pubblico di nicchia, e sempre seguiti con molta attenzione da persone sia curiose che preparate; molti i fedeli che hanno partecipato a quasi tutte le rappresentazioni. Ogni evento è stato poi corredato da una degustazione di vini selezionati, accompagnati da buffet. Con la medesima cura ed 
attenzione dedicata alla scelta delle band è stata contattata la ditta dVinoWines per la filosofia con la quale opera e per la qualità superiore dei prodotti proposti. Si tratta di una ditta distributrice di vini Prosecco DOCG che, in un periodo in cui tale vino ha acquisito fama mondiale e richiesta sempre maggiore, causando una mercificazione del prodotto e tecniche di coltura sempre più industriali, ha scelto di raccogliere i piccoli produttori, altrimenti destinati all'estinzione, che con cura e passione coltivano il vitigno da generazioni e nel rispetto del territorio. La qualità dei vini proposti è indubbiamente più elevata, il gusto più delicato ma di carattere, il bere stesso più salutare.
   Ecco, in una cornice come questa, fermo restando l'unico obbligo di non presentare concerti troppo rumorosi, ho potuto anch'io finalmente chiamare ad esibirsi nella nostra regione i duo Edp, anche se, a volte, il contatto per i due si è trasformato in un concerto solista o nella proposta alternativa di un progetto parallelo. E' stato sempre comunque un piacere ascoltare e incontrare di persona musicisti con i quali mi confrontavo, magari da anni, via web. A breve ricomincerò la presentazione dei duo a me cari con articoli troppo tempo rimandati, mentre qui di seguito voglio farvi un breve resoconto dei personaggi Edp chiamati per i loro live in Valsugana. 

QUANDO L'ACQUA INCONTRA LA MUSICA Le band Edp
Foto by Mauro Zorer
Levico Terme 24.2.2017 
La rassegna è iniziata già con un paio di concerti invernali proprio grazie alla mia proposta di un paio di band. Abbiamo iniziato subito dimostrando che non cercavamo la massa di pubblico grazie a nomi di spicco o generi dozzinali, ma che qui si poteva osare... improvvisazione radicale al primo concerto... Dalla Sardegna sono arrivati Paolo Sanna (batterista del duo ONGAKU2 -qui il nostro articolo di presentazione) e Giacomo Salis (nostro recensore Edp e batterista del duo Lady Radiator) che per l'occasione si sono esibiti con il cornettista Luca Santini, membro dell'unica band trentina di improvvisazione radicale non idiomatica, il quartetto Pequod che si è poi esibito a fine Agosto.
Una bell'atmosfera con le lampade ad irradiazione solare, la ricerca sonora del trio e un pubblico già entusiasta e in attesa della rassegna estiva. ARTICOLO d'approfondimento su Onda Musicale


Foto by Alexey Pivovarov
Levico Terme 24.2.2017 
Il venerdì successivo è stata la volta del MARIA DEVIGILI DUO, dove la chitarrista e compositrice è Trentina (ma di ampio respiro nazionale) e ormai da tanti anni di stanza a Bologna. In transito nella regione natale, la cantautrice rock, accompagnata dal batterista Stefano Orzes, ha richiamato un sacco di persone dalle valli limitrofe che da tempo desideravano ascoltare la propria corregionale. ARTICOLO d'approfondimento su Onda Musicale




Strigno 14.6.2017
Dopo un'altra accoppiata di concerti nel periodo di Pasqua, anch'essi di duo sebbene non chitarra-batteria (Enarmonie: arpa e clarinetto; Scarti: contrabbasso-guimbri-elettronica e tromba) ha finalmente inizio la rassegna estiva che, guarda caso, parte proprio con un duo Edp. L'incontro tra Acqua e Musica, come da titolo, era ben rappresentata dai WE LOVE SURF, tanto che abbiamo voluto incominciare proprio con loro! Originari dalla Toscana, il chitarrista Andrea Marcori è un surfista professionista e la sua garage band, nata all'inizio come quartetto, si è spesso esibita in tale ambiente. Ora l'organico è ridotto a due con alla batteria Flavio Andreani. Tra il pubblico c'è ancora chi si ricorda con piacere di questa band d'avvio alla rassegna. SCHEDA d'approfondimento


Levico Terme 23.6.2017
Eccoci a un concerto che attendevo con trepidazione... Da Rimini sono arrivati i SAN LEO, duo mantra-core il cui primo album avevo consumato nel lettore del cd... Sebbene l'unico paletto della rassegna consistesse nel non far esibire gruppi e generi particolarmente rumorosi, ho contattato questa band perché, nel suo stile, vanta anche momenti riflessivi alternati a scoppi sonori. In realtà i volumi del live sono stati assolutamente devastanti per una location così piccola e un pubblico a ridosso della band, ma è così che certa musica va ascoltata... Pubblico esaltato dalle pennellate sonore del chitarrista Marco Tabellini e dal funambolico accompagnamento delle atmosfere da parte del batterista Marco Migani. Un viaggio emozionante, da pelle d'oca, che molti si ricordano ancora come il più bel concerto della rassegna. C'è chi l'ha definito "Eccelso!"...
Nonostante il caldo da record, Marco non ha rinunciato ad indossare il suo pesante addobbo da scena... (qui l'articolo Edp di presentazione al duo) SCHEDA d'approfondimento



Levico Terme 14.7.17
Dopo il susseguirsi di vari concerti e molte altre tipologie di duo, anche se la rassegna non fosse incentrata su tale formazione, arriviamo a un personaggio che nella line-up chitarra-batteria ci ha suonato: il cantautore ferrarese GIACOMO MARIGHELLI. Nella versione a due si presentava come Margaret Lee e il suo cantautorato era incentrato sulla critica sociale e politica. Ora, in versione solista e più intima, ci parla dei sentimenti, in primis dell'amore. Sempre dal vocabolario ricercato e dalla grinta un po' punk, anche se ammorbidita al caso, ci ha presentato il suo ultimo album Il cerchio della vita. Da grande poeta e appassionato tarologo, Marighelli ci ha anche intrattenuti con letture dalla sua recente raccolta di poesie nonché con un estemporaneo esempio di lettura dei tarocchi, splendidamente folle e improvvisato, ovviamente senza carte... SCHEDA d'approfondimento






Strigno 19.7.17
Siamo nuovamente alla sede di Ivano Fracena (Strigno) dove si sono esibiti i RIVERWEED, duo di formazione blues proveniente da Treviso. "Il Sile come il Mississipi" è il loro motto, sebbene nel repertorio originale della band compaia una bella dose di grinta e modernità rispetto al blues delle origini da cui prende via il progetto. Un'ora e mezza di concerto con molti nuovi brani rispetto a Full Moon, l'Ep d'esordio, fatto che ci rivela il loro imminente ritiro in studio... I Riverweed, che per via della vicinanza geografica si erano già esibiti in Trentino, hanno lasciato un bel ricordo di sé al pubblico Rari Nantes Valsugana (qui la nostra presentazione del duo). SCHEDA d'approfondimento


Levico Terme 4.8.17
Gli Sdang! sono una band bresciana che mi sta particolarmente a cuore e i cui album hanno accompagnato spesso i miei viaggi in auto. Sono tra i primi duo a cui ho pensato per questa rassegna musicale ma purtroppo erano impegnati in un altro progetto, assolutamente di prestigio: il tour italiano estivo con Colin Edwin, noto bassista dei Porcupine Tree, a presentazione del progetto Endless Tapes avviato proprio con Alessandro Petrol Pedretti, il batterista degli Sdang! stessi. Lieto di aver l'opportunità di un incontro di persona, mi ha proposto in vece un altro suo progetto a due, gli SCABB. In abbinata con Elia Piana, già chitarrista del combo chitarra-batteria concittadino Celanevesoprailcì, lo accompagna qui nella sua veste elettronica. Un piacevole viaggio sonoro a musicazione di alcuni racconti scritti da Alberto Felice Cartella, già compagno alla batteria di Elia nel citato Celanevesoprailcì.
A completamento del progetto alcuni visual, imprescindibili dal contesto, ai quali abbiamo invece dovuto rinunciare causa la troppa illuminazione della sede all'aperto. Ciò non ha impedito al fedele pubblico della serata di apprezzare la proposta elettronica di Elia e il mirabile accompagnamento ritmico del batterista di riconoscimento internazionale (qui e qui i nostri articoli dedicati agli Sdang! in occasione delle loro uscite discografiche) SCHEDA d'approfondimento



Strigno 9.8.17
Anche quello dei DIRTY TRAINLOAD era un concerto che attendevo con trepidazione, più che altro per conoscere di persona i suoi componenti. Bob Cillo è ormai una vecchia conoscenza in rete, un vero amico su cui contare nonché collaboratore Edp con le sue ottime recensioni. Inoltre il duo con Go Balzano alla batteria è stato arricchito dalla scoppiettante presenza di un'altra vecchia conoscenza, la mitica Livia Monteleone, prima sezione ritmica del duo Dirty Trainload. Livia, ormai trasferitasi in California, è inoltre colei che per Edp manda in onda i nostri duo sulle frequenze di Free Radio Santa Cruz, una tra le storiche radio pirata americane ancora in circolazione! Potete immaginare il desiderio di incontrare finalmente di persona questi amici! Splendida reunion infatti, oltre che energico e accattivante live...
Sebbene l'estate sia stata lunga e calda quest'anno, come non mai, spesso si formavano potenti temporali di calore con grandine e forti volate di vento. Dopo aver montato la strumentazione sotto il gazebo dei concerti, abbiamo infine deciso di rifugiarci nel vicino Ranch dei Lupi visto che il tempo non prometteva nulla di buono. Così il live si è svolto nei migliori dei modi, e in una splendida location alternativa (qui il nostro articolo sui Dirty Trainload) SCHEDA d'approfondimento 

Ranch dei Lupi

Strigno 10.8.2017
Il tempo era proprio instabile in quel periodo, così il giorno dopo, mentre i Dirty Trainload procedevano il loro viaggio verso lo Sziget Festival, dove erano stati invitati a suonare, qui scoppiò il putiferio... ecco cosa rimane del mitico gazebo dei concerti... stropicciato e distrutto nientemeno che da una tromba d'aria...







Levico Terme 18.8.17
Arrivati alla settimana di Ferragosto abbiamo deciso di organizzare qualcosa di più vivace e ballabile, e cosa di meglio che farlo con l'unico duo chitarra-batteria rimasto in Trentino? I FUCSIA non si esibiscono molto live, per cui questa era per me una splendida occasione per poter assaporare al meglio il loro curatissimo ellettro-rock. Un rock dance fatto di strumenti tradizionali rinforzati dall'elettronica che fa veramente voglia di ballare. Poi però è capitato un evento che ha dettato la sua priorità (mio padre punto da una vipera! Con tanto di shock anafilattico e giorni in osservazione in ospedale...) per cui ho infine saltato l'incontro con questa splendida band. Foto recuperata tra il pubblico presente mentre validissimi sono stati i commenti in favore del live (qui la presentazione Edp alla band) SCHEDA d'approfondimento


Foto by Goffredo Pezzola
Levico Terme 1.9.17
Ormai prossimi a concludere la rassegna "Quando l'Acqua incontra la Musica", ci siamo assaporati l'ultimo live con un personaggio Edp. Marco Bernacchia, in arte il mascherato ABOVE THE TREE, Marchigiano d'origine e Veronese d'adozione, suona anche in formazione chitarra-batteria con il corregionale Matteo Sideri. Avevo già avuto il piacere di vedere i due all'azione, mascherati come due pupazzi, che incantano sempre con il loro rock ipnotico, ripetitivo e coinvolgente; come non chiamarli nelle nostre sedi? Per questioni di distanza e impegni sono riuscita ad avere tra noi il solo Bernacchia che, in versione semiacustica totalmente Diy e da solista, ha incantato comunque con il suo incedere psichedelico. Rimasto nel cuore come miglior live a qualche membro del pubblico... (qui l'articolo Edp sullla sua lunga e complessa carriera) 
SCHEDA d'approfondimento



   Ecco, questo il resoconto dei musicisti seguiti da Edp che hanno avuto modo di esibirsi negli spazi delle piscine Rari Nantes Valsugana del Trentino. Per questioni di spazi e budget, alla fine molte sono state le formazioni a due presenti ai 39 live della rassegna "Quando l'Acqua incontra la Musica" sebbene la manifestazione non fosse incentrata su tale line-up. Brevemente ricordiamo i corregionali Fat Honey (chitarra+sax ed elettronica), Surf Talk (basso e chitarra) e gli splendidi Yellow Atmospheres (arpa e handpan) ma anche gli astri nascenti bolzanini Ferbegy? (partiti in due, ora in quartetto ma nuovamente in duo per la nostra occasione) che con il loro post-rock elettronico si stanno facendo notare anche dal grande pubblico. Nella musica classica e nel jazz, poi, abbiamo assistito a ogni forma di abbinamento...
   Lieta di aver dato spazio anche alle rock band a due, ringrazio tutti i presenti alla rassegna e invito i power duo interessati ad esibirsi alla nostra edizione 2018, a farsi avanti con la propria band o con i propri progetti paralleli! Vi vorrei proprio tutti nelle nostre piscine... chissà se ci incontriamo :)



Articolo ad opera di Giusy Elle


Nessun commento:

Posta un commento